mercoledì 17 dicembre 2008

Votanti all'estero.

Domenica e lunedì scorso si sono tenute le elezioni in Abruzzo, una regione che conosco benissimo sebbene abiti in Calabria. Il risutato ormai lo conoscono tutti, ha votato a male pena il 53% degli aventi diritto e chi ha vinto le votazioni lo ha fatto semplicemente riportanto forse circa il 24% dei votanti effettivi. Quindi il vero partito di maggioranza, il più grosso presente in questa tornata elettorale, è stato senz'ombra di dubbio il partito dell'astenzionismo che ha riportato ben il 47,03% dei consensi. L'unico che in effetti può tranquillamente affermare di aver aumentato il numero dei suoi voti in maniera veramente notevole, è solo il partito di Di Pietro, (IDV) che addirittura ha raggiunto oltre il 14% dei consensi dei votanti. Ma non è di questo che volevo parlare, questi dati infatti sono disponibili on-line un pò ovunque, dal sito del Ministero dell' Interno ad altri. Volevo con questo mio post portare a conoscenza i miei lettori, che anche questa volta con il voto degli italiani all'estero ci sono stati dei problemi. Di fatto ho parenti in Germania che oggi mi hanno comunicato di aver ricevuto proprio questa mattina la scheda elettorale, 17 dicembre 2008, dopo quindi che lo spoglio è già terminato da qualche giorno e dopo che l'esito è già stato proclamato. Le cose non sarebbero forse cambiate, ma perchè anche questa volta a diversi aventi diritto è stato negato il voto? Pare che siano state inviate in ritardo, ma se addirittura le votazioni si dovevano tenere due settimane prima, infatti c'è anche stato un rinvio, come si fa a creare ancora ritardi?? Ho voluto scrivere questo post per informare tutti di questo vecchio problema che si ripete. Maria

24 commenti:

  1. E' vergognoso. Si impedisce l'esercizio di un diritto così di fatto!

    Denuncia più che giusta e che deve essere evidenziata seriamente.

    RispondiElimina
  2. l'astenzionismo dimostra che la gente non ce la fa piu'..... forse gli italiani all'estero, non vivendo direttamneto lo schifo che viviamo noi, sono ancora legati alla propria terra e alle speranze....

    RispondiElimina
  3. Ciao Maria, qualche domanda: che visione hanno della situazione italiana le persone che vivono all'estero? Sono felici dove si trovano? Tornerebbero se potessero?

    Dani.

    RispondiElimina
  4. il voto ai residenti all'estero è abbastanza recente e spesso è causa di questi casini.Le cose sarebbero cambiate di poco.Comunque l'Abruzzo da oggi ha un problema in più CHIODI

    RispondiElimina
  5. Per rispondere all'anonimo che voleva conoscere la visione degli italiani all'estero rispondo immediatamente. Se tornerebbero lo farebbero solo ed esclusivametne per motivi affettivi, ma non per tutto il resto. E comunque, almeno tutti quelli che conosco io, che non sono certo pochi, nessuno voterebbe per l'attuale governo che a loro dire non garantisce affatto lavoro stabile ma solo precarioe quindi per questo motivo maggiormente non tornerebbero. Maria

    RispondiElimina
  6. Il voto agli emigranti è servito solo a farsi propaganda, da parte di alcuni.
    Del loro voto, ai potenti, non interessa nulla.

    RispondiElimina
  7. vergognoso o furbata!
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  8. i soiti problemi italiani...ABITUDINARI
    un salutone

    RispondiElimina
  9. grazie buon natale anche a te. natalia

    RispondiElimina
  10. grazie Maria per l'info! è sempre più sconcertante riconoscere che siamo in mani davvero bucate!

    RispondiElimina
  11. ...l'Italia è questa...sempre in ritardo... rien a faire.... , ...clic...

    RispondiElimina
  12. Che un partito come quello di DiPietro aumenti cosi tanto i voti non è un gran bel segnale.
    Cmq il voto all'estero è fallito ancora una volta, dopo veri e presunti brogli passati ora anche questo.
    O lo si fa bene o che si elimini una volta per tutte

    RispondiElimina
  13. Una vergogna. Non c'é serietà.

    Buone feste!!!

    La musica dell'anima

    RispondiElimina
  14. Per rispondere a Marco99 a me sembra normalissimo che Il Partito Di Di Pietro aumenti ed è un vero gran segnale. E' l'unico che predica la serietà nella politica. Ha sempre detto che chi è stato condannato non deve poter più fare politica ma questo non lo vuole sentire né la destra e né la sinistra....

    RispondiElimina
  15. grazie mille per la visita e buone feste!!sally

    RispondiElimina
  16. Dal punto di vista della serietà delle nostre Istituzioni, è l’ennesima dimostrazione di inciviltà...

    Come hanno commentato altri, il voto agli italiani all’estero è stato più che altro uno strumento di propaganda politica. In particolare poi, il voto amministrativo, che riguarda la gestione dei problemi locali, dovrebbe essere un diritto dei soli residenti (immigrati compresi) e non di chi, risiedendo altrove, avrà casomai il diritto di votare per le amministrative di quei paesi.

    RispondiElimina
  17. Contraccambio gli auguri Lucia.

    RispondiElimina
  18. Ciao Cara Maria, un caro saluto e buon fine settimana

    RispondiElimina
  19. La politica italiana inizia ad essere nauseante ...
    Ciao

    RispondiElimina
  20. Ciao se ti interessa uno scambio di link, lasciami un commento nella sezione che gli ho dedicato!

    http://follerumba.blogspot.com/

    Ciao e Buon Natale da FolleRumba!

    RispondiElimina
  21. ciao,
    ti abbiamo aggiunto ai siti amici.

    grazie
    ciao
    follerumba

    RispondiElimina
  22. ciao, ti farebbe piacere uno scambio link?
    http://www.cappellate.com

    RispondiElimina