venerdì 9 gennaio 2009

Referendum

Leggevo sia su internet che su giornali, che si farà quasi sicuramente il referendum per l'abolizione del cosiddetto “Lodo Alfano”. Personalmente si tratta di una legge che non ho condiviso da quando se ne cominciò a parlare, di fatto mi sembra assurdo che la legge non debba essere uguale per tutti e sia chiaro che se si voterà ci andrò e voterò per l'abolizione, ma a che servirà? Purtroppo in Italia ormai a votare, anche in competizioni molto importanti, come le politiche o le amministrative, (vedi le ultime in Abruzzo dove hanno votato solo il 53% degli aventi diritto) sono sempre meno le persone che ci vanno e quindi se qualche grosso partito politico, in grado di poter influenzare parecchi elettori comincia a propagandare l'astensionismo, in Italia non passa più nessun referendum. Si parla spesso di riformare la Costituzione ma io la prima cosa che modificherei e proprio l'articolo riguardante il Referendum, cambierei il numero di firme necessarie per poterlo richiedere da 500.000 a 2.000.000 o ancora meglio 3.000.000 per evitare che chiunque si svegli possa proporne uno, e se poi votino più o meno del 50% degli aventi diritto, a mio avviso dovrebbe essere ininfluente e prendere in considerazione il risultato ottenuto dalle urne. Se infatti firmano già 3.000.000 persone significa che il problema è sentito ed è giusto fare il referendum, ma se poi con il propagandare l'astensionismo, considerando che già mediamente il 30 % solitamente già non vota per principio, è assurdo a mio parere dare ragione a chi raccoglie in pratica il solo 20%. Questo a mio avviso potrebbe essere una buona idea che invierò anche agli indirizzi di posta elettronica dei vari partiti politici, so che non verrà presa in considerazione ma io la mando lo stesso. Maria.

25 commenti:

  1. Forse 3.000.000 di firme per un referendum è esagerato. Io penso che sia giusto che il popolo entri di più nella creazione delle leggi , proprio per evitare leggi come il Lodo Alfano. Alzare il numero di firme necessario per il referendum si può fare , ma 750.000 o 1.000.000 di firme mi sembrerebbe già abbastanza.

    Reyjam.

    RispondiElimina
  2. Premesso che anch'io voterò per l'abolizione per gli stessi motivi che hai elencato tu, ma secondo me il problema è un altro. Il Referendum in Italia non è propositivo, è solo abrogativo. Anche se passasse, il giorno dopo rifanno una legge uguale e non serve a nulla, come è successo a suo tempo con il Referendum sui finanziamenti ai partiti. Come si rigira il piatto, a noi ci tocca sempre la parte del c***.

    Un saluto, Virgilio

    RispondiElimina
  3. Ciao tesoro sono passata per augurarti una dolcissima serata...bacioni.

    RispondiElimina
  4. io sono fra quelli che è andato a votare per l'iniziativa di di pietro e speriamo si faccia il referendum.... una legge vergognosa..!!!

    RispondiElimina
  5. c'è anche la mia firma e ci sarà anche il mio voto

    RispondiElimina
  6. Oggi hanno parlato di un episodio senza precedenti riguardo al commento del capo dello stato. (Fonte tg1 h. 13.30 - Alfano, De Magistris).

    RispondiElimina
  7. Sono d'accordo che bisogna alzare la soglia delle firme.
    Però la soglia del 50% più uno non si può abbassare, in democrazia "vince", e cosi deve essere, la maggioranza e se la maggioranza vuole astenersi beh e democrazia anche questo.
    ciao..

    RispondiElimina
  8. Anch'io spero tanto che si faccia questo referendum.
    Ciao Maria, buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. Purtroppo ha ragione marco 99. La maggioranza vince. Il fatto è che la maggioranza di questo paese è la stessa che ha portato al governo Berlusconi. Per questo bisogna vigilare, protestare, informare, per cercare di diventare maggioranza.

    RispondiElimina
  10. Vediamo se questa volta le firme saranno tutte e se non ci saranno problemi regolarità... Come è successo al poveri Grillo! A pensar male si fa peccato ma spesso ci si piglia...

    RispondiElimina
  11. Forse non mi sono spiegata allora di cosa volevo dire. Provo allora a ripeterlo per Marco99 e Veneris. A mio parere non è giusto che dato che circa il 30% degli aventi diritto solitamente già non vota, chi ha interesse a non far passare un referendum deve semplicemente propagandare di non andare a votare e se convince solo il 20% ha già vinto con un circa 50 che magari si esprime in maniera contraria. A questo punto se invece si aumentassero il numero di firme necessarie per poter richiedere il referendum e si prendesse come risultato quello scaturente dalle urne indifferentemente dalla percentuale dei votanti, state ben tranquilli che sicuramente nessuno oserebbe propagandare di non andare a votare ma di andare al mare.

    RispondiElimina
  12. Ciao Maria serena notte...e buona domenica.Bacioni.

    RispondiElimina
  13. Ci vado garantito, il fatto è che è una vergogna e che non ci si dovrebbe neanche preoccupare di dover prendere certe posizioni, non dovrebbe esistere.
    Un saluto e buona settimana.

    RispondiElimina
  14. Ciao Maria ho un premio per te sul mio blog...quello di titty...baci.

    RispondiElimina
  15. Anch'io voterò se ci sarà il referendum, ma penso che alzare a 1.000.000 basti....... Comunque bisogna anche che si responsabilizzino i partiti e movimenti politici..soprattutto a sinistra..

    RispondiElimina
  16. Speriamo che poi lo facciano sto benedetto referendum!

    un salutino veloce !
    Pippi

    RispondiElimina
  17. in attesa di questo referendum voluto da tutti ma mai attuato ,ti salutiamo

    RispondiElimina
  18. Ciao Maria... si potrebbe accorpare il Referendum con le votazioni Politiche o amministrative rilevanti.., ..ma il fatto è anche che il Referendum ormai viene preso a sproposito...cioè..non mi piace una legge..allora faccio un referendum..., ..in questo modo perde il suo valore primitivo..con ciò non voglio dire che io sia d'accordo con questa legge ..anzi... andrò al voto per l'abolizione...ma resta un ma ...

    RispondiElimina
  19. Certo hai ragione, se non ci fosse più il quorum chi avesse interesse a votare andrebbe sicuramente.
    Ciònonostante non mi convice lo stesso, perchè per ipotesi, un referendum potrebbe essere vinto anche dal 10% degli aventi diritto al voto che obbligherebbero il restante 90% ad accettare la loro opinione.
    Cmq non sarò certo io a poter cambiare le cose, da parte mia quando c'è un referendum vado a votare e ad esprimere la mia opinione..
    ciao e buona serata

    RispondiElimina
  20. speriamo! Ho anch'io poca fiducia deklla cosiddetta maggioranza del popolo italiano-berlusconiano ...
    da qui l'importanza del fare informazione, condivido ...
    buona giornata cara Melina
    v.

    RispondiElimina
  21. Ciao Maria,ti auguro di cuore una bellissima giornata...bacioni.

    RispondiElimina
  22. Si è una spiaggia dell'Adriatico.
    Cordialità

    RispondiElimina
  23. Ti lascio un saluto.
    Isher

    RispondiElimina