giovedì 24 gennaio 2008

Polar Cardio F6.

Chi ha avuto modo di leggere mie opinioni anche su altri siti, sa, in quanto l’ho già detto in altre occasioni, che mio marito va in bicicletta. Non si tratta di un vero ciclista, forse è troppo anche definirlo cicloamatore, in quanto effettua un paio di uscite alla settimana, massimo tre, della durata di circa due ore e mezza - tre circa ogni volta che esce. Ultimamente, qualche mese fa, ha cambiato la bicicletta. Ne aveva una da corsa, ma abbastanza vecchia e soprattutto molto pesante, ma a seguito del fatto che avrebbe dovuto spendere parecchio per dargli una sistemata globale, ha deciso di cambiarla proprio. Poiché non me ne intendo più di tanto, non ho scritto e chiaramente non scriverò l'opinione sulla bicicletta, ma su questo strumento, ovvero il cardio-frequenzimetro ci voglio provare.

COS'E'

Il cardio-frequenzimentro è un semplice strumento alla portata di tutti che serve per tenere sotto controllo la frequenza cardiaca e migliorare lo stato di allenamento sportivo. Non bisogna essere per forza medici per sapere che in base allo sforzo che si effettua, cambia anche la frequenza del battito cardiaco e quindi sapendolo usare, questo semplice strumento può far capire l'entità dello sforzo che si stà effettuando ma anche gli effetti che si avranno sul nostro corpo. Prima di questo modello ne aveva un altro, sono pressoché simili, ed utilizzabili non solo dai ciclisti, ma anche da altri sport come ad esempio la corsa. Si compongono di due parti, una fascia toracica elastica, che si indossa direttamente a contatto con la pelle ed una parte che solitamente assomiglia, e ne svolge anche le funzioni, ad un orologio.

Le parti non sono collegate tramite filo, ma tramite onde radio, infatti la fascia toracica dispone di un sensore che capta il battito cardiaco e lo trasmette al ricevitore, ovvero all'"orologio", che visualizzerà i dati ricevuti su di un display. Normalmente chi lo usa per correre a piedi lo porta al polso, mentre chi invece va in bicicletta può montarlo anche sul manubrio, come ha fatto mio marito, in quanto in effetti ne risulta più facile la consultazione senza dover girare il polso. Per chi non lo sapesse, la frequenza cardiaca da non superare in linea di massima si può calcolare sottraendo da un numero fisso di riferimento, cioè 220, il numero dei propri anni. Quindi se si ha 30 anni, bisogna cercare di non superare mai i 190 battiti al minuto, questo dà già una indicazione, ma è fondamentale e necessario quindi avere uno strumento che poi ci dica la nostra frequenza.

Con esso infatti si può effettuare un allenamento corretto a seconda del tipo di attività che si vuole fare, infatti qualora si ha intenzione di effettuare una attività molto moderata, bisognerà che la propria frequenza si aggiri tra il 50 ed il 60% della nostra soglia massima. Se invece si vuole finalizzare l'attività al dimagrimento bisogna lavorare tra il 60 ed il 70%, per una attività intensa tra il 70 ed 80% e per attività agonistica tra 89 e 90%. Se si arriva al 100% non si può mantenere l'allenamento su quei ritmi per molto tempo, anzi bisogna subito abbassare il ritmo e far scendere la frequenza cardiaca per evitare problemi seri.

DESCRIZIONE

Questo modello si presenta molto simile a tutti gli altri analoghi, personalmente ne ho avuto modo di vedere più di uno e posso assicurare che a prima vista spesso risultano identici se non li si conosce bene. Nella confezione, la quale costa poco più di 100 euro, sono presenti:

- il ricevitore;
- il trasmettitore;
- la fascia elastica;
- il manuale d'uso;
- la garanzia.

Questo modello dispone di diverse funzioni:

1. la ownzone, (zona personale) la quale rappresenta, in base alla caratteristiche fisiche dell'atleta, la zona di allenamento ideale;
2. la owncal tramite la quale si riesce a determinare anche il consumo delle calorie durante un allenamento;
3. orologio, contiene infatti la possibilità di visualizzare anche orario sia in formato 12 ore che 24, data, sveglia, cronometro, giorno della settimana ed altro.

PARERE PERSONALE

A mio parere si tratta di uno strumento diventato veramente necessario se ci si vuole allenare senza pretendere dal proprio fisico più di quello che può dare, cioè stando molto attenti a quello che si combina. Per quel che riguarda questo strumento in particolare, dal punto di vista della funzionalità posso affermare che è perfetto. Infatti sia io che mio marito abbiamo provato a confrontare la frequenza cardiaca rilevata da esso con quella materialmente contata da un polso e cronometrata con un orologio, senza notare infatti nessuna differenza. E' necessario in questi casi rimanere fermi e magari seduti, durante le due rilevazioni da confrontare, infatti basta un piccolo movimento in più, come ad esempio alzarsi, per vedere aumentare la propria frequenza anche di 10/15 battiti al minuto. Questo strumento a mio avviso, oltre che alla precisione, è anche molto completo, o meglio dispone di tante funzioni di cui non dispongono diversi altri modelli analoghi. Ovviamente queste cose si pagano, forse un po' troppo, ma il prodotto è comunque ottimo. Lo consiglio a sportivi in genere.

10 commenti:

  1. il tuo consiglio è molto interessante anche se io preferisco fare futing nella pineta di cz lido a Giovino. ciao

    RispondiElimina
  2. Il cardiofrequenzimetro è uno strumento utile per chi pratica attività sportive. Oso dire che (purtroppo, però, di solito è elevato il suo costo) potrebbe diventare utile anche per chi, per problemi di salute, deve tenere d'occhio le proprie "pulsazioni".

    RispondiElimina
  3. cioa come hai fatto ad inserire l'orologio sul tuo blog me lospieghi perfavore? ciao Carmelo

    RispondiElimina
  4. chiara e completa... anche a me il cardiofrequenzimetro non dispiace come strumento di allenamento anche se, a dire il vero, alcuni modelli li trovo troppo complessi lì dove sarebbe invece necessaria la praticità e l'immediatezza...

    RispondiElimina
  5. ciao !!!!!ho guardato il tuo blog e lo trovo carino.ti invito a gurdare il mio,e se ti piace,possiamo fare uno scambio link!!!!il mio blog è http://wwwblogdicristian.blogspot.com/ ciao.fammi sapere.

    RispondiElimina
  6. grazie per avere accettato lo scambio link!!!!!ti vado a linkare subito!!!ciao,a presto!!!

    RispondiElimina
  7. ciao come stai? ogni tanto ti passo a salutare. a presto. romu

    RispondiElimina
  8. Notizia interessante...Ho apprezzato e non può farmi che piacere avere uno scambio i link con una "con_terronea" nonchè paesana come te...Salutami Catanzaro...Ti aspetto sul blog
    Buona giornata ;-)

    RispondiElimina
  9. E' partita l'operazione libertà! Vieni sul mio blog, leggi l'iniziativa mia e dei miei amici e sostienici, se credi anche tu in quello che ho scritto! E' una cosa seria da non sottovalutare! Grazie e sappi che uniti siamo più forti!

    RispondiElimina