venerdì 17 ottobre 2008

Ventricina


Avendo mio marito abruzzese, ed andando almeno una volta l'anno in quella regione ho avuto modo anche di conosere questo prodotto. A prima vista sembra molto simile o direi quasi uguale, a quella che in Calabria viene denominata "schiacciata", un salume appunto avente la forma schiacciata come si vede anche dalla foto inserita dallo staff.

Mi sono informata su questo prodotto già dalla prima volta che ho avuto modo di vederlo e di assaggiarlo in quanto di fatto mi è piaciuto tanto. Questo si tratta di un salume che originariamente nasce nella zona di Vasto e dintorni, ovvero nella parte sud della regione Abruzzo ed in particolare nel comune di Guilmi, in provincia di Chieti.

So, per aver chiesto a mio marito, che si tratta di un piccolo centro, ma di fatto non sono mai stata in questa località. Sò comunque che è molto nota la ventricina di questa località alla pari della Nduja di Spilinga qui in Calabria. Ormai si produce tutto a livello industriale e si trova sempre nei supermercati, ma la lavorazione per chi la prepara ancora in casa, è molto simile a quella delle soppressate calabresi.

Infatti anche in questo caso vengono utilizzati sia il peperone dolce per colorire di rosso, e sia il peperoncino piccante per garantirne una migliore conservazione. La carne anche in questo caso, viene sminuzzata solo con l' utilizzo di coltelli e senza usare macchine per macinarle. Come carni si utilizzano quelle del prosciutto, spalla, lombo lonza e pancetta ed inoltre vengono usate come spezie anche semi di finocchio selvatico ed anche qualche grano di pepe nero.

Non so se si riesce a trovare ovunque, qui in Calabria non la trovo, ma me è piaciuto tantissimo, ho assaggiato quella originaria di Guilmi e di cui ne consiglio l'assaggio a chiunque abbia la possibilità di procurarsela semprechè gli piaccia il piccante. E' squisita.

17 commenti:

  1. buonissimo... lo conosco

    RispondiElimina
  2. ..se uno sta al polo nord e l'altro al polo sud..il giusto incontro è l'equatore....

    RispondiElimina
  3. buonaaaa, la conosco anch'io!
    Ciao Maria, ogni tanto, come vedi, mi faccio un giretto...ma sono così oberata da studio e lavoro! Mi spiace non poter passare più spesso.
    Buon week end.

    RispondiElimina
  4. Una grande ambasciatrice del made in Italy.
    Altro che Montezemolo !!

    RispondiElimina
  5. Dalla foto sembra buono lo dovrò provare...

    RispondiElimina
  6. La ventricina... buonissima!

    Andando in Abruzzo si trovano spesso anche molte segnalazioni su dove comprarla.

    Ciao Maria, buona domenica!

    RispondiElimina
  7. mmm... questo post fa venire fame :) E' sorprendente scoprire quanto varia sia l'Italia gastronomica.

    ciao

    RispondiElimina
  8. Grazie della visita nel mio blogghino.
    Quanto alla ventricina, andando in vacanza da una vita ogni estate in Abruzzo posso dire con orgoglio di averne magnato a chili :)
    Ciao
    Abu

    RispondiElimina
  9. yum che bontà deve essere! grazie per essere passata da me in agosto, scusa ricambio la visita solo ora! interessante questo tuo blog, tornerò! ciao!

    RispondiElimina
  10. ahime! io sono entrato ormai nel tunnel di queste sostanze stupefacenti e non riesco più ad uscirne!
    Ventricina, nduja...
    ... slurp, slurp

    RispondiElimina
  11. Bbbbbono... sbavo sbavo sbavo! :P

    RispondiElimina
  12. Hai un blog pericoloso per la linea! Ma lo leggerò lo stesso. Ciao
    Istrionica

    RispondiElimina
  13. appunto: la ventricina è rigorosamente di forma tonda lievemente oblunga.
    quella della foto è più simile alla soppressata.
    diffidate dalle imitazioni, persino se sono made in abruzzo!

    ciao, gert

    RispondiElimina
  14. Ciao! Grazie per la visita :-) Gnam, questa ventricina sembra ottima. Mary Zed

    RispondiElimina
  15. certo che leggere i tuoi commenti sulle leccornie italiche in orari vicino al mezzodì fa crescere un languorino nello stomaco.
    Buona giornata a te Maria
    beby

    RispondiElimina
  16. ciao Maria, grazie del passaggio.
    io sono abruzzese e la ventricina teramana è molto diversa sa quella di cui scrivi.
    la ventricina è lardo tritato, con qualche ritaglio di carne,condito con vari odori, tra cui il rosmarino, aglio, peperoncino e buccia d'arancia. si conserva sia nella vescica di maiale che, attualmente, in vasetti di vetro.
    il risultato è una crema da spalmare sul pane, meglio ancora se tipo bruschetta!

    questa è la foto:

    http://www.gustoesapore.com/images/Ventricina%20piccioni.JPEG.jpg


    ciao
    Rosella
    lagiustadistanza.splinder.com

    RispondiElimina
  17. questi si che sono segnali sani da lanciare in rete!
    viva la ventricina!
    Mimmo

    RispondiElimina