giovedì 14 gennaio 2010

Kant, Immanuel





La filosofia mi è sempre piaciuta ed è stata sempre una delle mie materie preferite, tanto che conservo ancora i miei vecchi libri e spesso mi ritrovo a leggerli nuovamente. Tra i filosofi che preferisco, c'è Immanuel Kant, colui che ha dato inizio al pensiero moderno. Nacque a Kònigsberg ,nel 1724. Ebbe una vita molto tranquilla, in alcuni tratti monotona. Era un uomo che organizzava la sua vita in modo preciso ed aveva molto abitudini come quella di farsi un giro in centro a mezzogiorno tutti i giorni.
Kant studia la completezza, ma non è un filosofo sistematico. Cerca il significato dell'esistenza e del principio. Possiamo riassumere il suo pensiero nelle tre opere fondamentali della sua vita :

-Critica della Ragion Pura ;
-Critica della Ragion Pratica;
-Critica del Giudizio.

Come notate nei titolo, viene ripetuta la parola "Critica". Per Kant, "criticare" non vuole "parlar male, puntare il dito, guardare gli aspetti negativi" ma vuol dire "analizzare".

CRITICA DELLA RAGION PURA

Qui, abbiamo la critica nei confronti della ragione legata all'esperienza. Non è una ragione che studia ma sceglie, è viene studiata sotto l'aspetto della volontà. Analizza la matematica, la fisica e la metafisica. Kant capisce che la matematica e la fisica sono scienze, perché hanno sia la forma che il contenuto. Invece la metafisica ha solo la forma, quindi non può essere considerata una scienza. Critica la ragione umana quando questa ha la pretesa di lasciare il fenomeno per analizzare i noumeri (ed. la scienza che vuole dire se Dio esiste o no.). Kant mette dei limiti.


CRITICA DELLA RAGION PRATICA
Kant critica le motivazioni dei comportarmenti dell'umanità e li suddivide in:

-massime , che hanno un valore soggettivo (Ognuno si dà delle regole);
-imperativi , che hanno un vaolore oggettivo.

A loro volta, gli imperativi i dividono in :

-ipotetici, cioè che dicono cosa fare per ottenere un fine (ed. Se studierai, sarai promosso) ;
-categorici, cioè devi fare una cosa perché sai che è giusta.

Ed è proprio dell'imperativo categorico che risiede la morale kantina.
E' una morale autonoma, poiché non ha contenuto, ha solo la forma. Fino all'età di Kant, erano esistite solo morale eteronome, con contenuto, che si suddividono in :

-edonistiche, che cercano il piacere ;
- utilitaristiche, che cercano l'utile.
Fino a quel momento, solo Gesù Cristo e Kant avevano elaborato una morale autonoma.

La morale è una cosa imposta da noi stessi, si basa sulla libretà.
E' un atteggiamento interiore. Ed è importante perché bisogna far finta che la nostra azione diventi una legge universale. E bisogna considerare l'umanità non come un mezzo, ma come un fine. (Es. Io sono tua amica perché ti voglio bene e non io sono tua amica perché so che tu mi puoi aiutare economicamente).

Ma noi sappiamo bene che chi si comporta bene nella vita, non sarà mai felice. Anzi spesso a ripagarne le conseguenze, sono sempre i più buoni.
Perché non c'è mai questo binomio fra virtù e felicità. Quindi abbiamo la ragionevole speranza che Dio esista, poiché magari proprio nell'aldilà si avrà l'incontro della virtù con la felicità.

CRITICA DEL GIUDIZIO
Nella "Critica del Giudizio", Kant parla di sentimento o attività estetica.
Ci sono dei momenti, che siamo in armonia col mondo, anche se per pochi frammenti di vita, ed è qui che crolla il dualismo fra soggetto e oggetto( cioè tra l'Io penso e la realtà). Inoltre parla del giudizio teleologico,l'uomo cerca un fine presente nella natura. Ed il fine della Natura è l'uomo. Mentre il fine dell'uomo è la libertà. Di conseguenza, la libertà è il fine dell'uomo e della natura.

Con Kant, Dio viene messe alla fine e non all'inizio. E' questa la grande novità .

Kant morirà a Königsberg, il 12 febbraio 1804. Un grande filosofo che influenzerà la filosofia dopo di lui, come Hegel,Schelling ,Fichte e molti altri. Spero che anche voi abbiate avuto la fortuna di studiarlo, perché è stato veramente uno dei filosofi più umani. Ha dettato una morale grande ed ognuno dovrebbe far tesoro di ciò che ci ha lasciato.

43 commenti:

  1. Buongiorno Maria, mi hai riportato sui banchei del Liceo..tanto tempo fa! Anch'io amavo molto la filosofia e avevo un professore che spiegava così bene da trascinarmi ancora di più in quelle dottrine. Come stai? le feste son passate e tutto deve riprendere la normale routine... Ti auguro buona giornata, un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Hai perfettamente ragione cara e mi hai fatto tornare indietro di tanti anni!!!!!!

    RispondiElimina
  3. ciao, la critica serve a farti crescere ed eliminare gli errori.

    RispondiElimina
  4. Mi sembra di essere tornato al liceo. Ogni tanto un po' di ripasso ci vuole e questo è stato molto utile. Ciao, Martin

    RispondiElimina
  5. ho odiato Kant !!! E' stata la mia ultima interrogazione al liceo...

    RispondiElimina
  6. Ciao Melina, non ricordo di aver avuto il piacere di leggere Kant, ma un tantino lo conosco perchè amo la filosofia, in special modo a quella orientale. Non di certo fattibile o difficilmente praticabile nella nostra civiltà occidentale, ma dal momento che nulla è impossibile, spesso la applico.........Con calma vengo a leggere questo pezzo........Un abbraccio e buon fine settimana..........

    Hai scritto vicino al micetto che ti piace scrivere opinioni a riguardo dei prodotti tecnologici e siti internet.........Fammi sapere un tuo pare sulle piattaforme o siti di Joomla, giusto?!

    RispondiElimina
  7. Molto interessante, non conoscevo alcune cose che hai scritto di Kant. Ciao bella :)

    RispondiElimina
  8. "La Critica della ragion pura"... quanto sangue versato sui libri!!!

    :)

    Ottima illustrazione!

    VOTA TU I MIGLIORI FILM ED ATTORI DEL 2009

    RispondiElimina
  9. E' stato il mio incubo al liceo... -.-

    Buona giornata :)

    RispondiElimina
  10. Per me niente liceo quindi nessun ricordo ne' bello ne' brutto.
    solo dopo la scuola mi sono interessata un po' alla filosofia.
    Grazie per il tuo post che mi ha sollevato molte curiosita' che per fortuna la rete riesce a soddisfare.
    Un saluto caro e un augurio di buon anno, non l'avevo ancora fatto. Ciao

    RispondiElimina
  11. Buon Giorno Cara Melina,
    sono Raffaele, entronauta del mio stesso cuore che per quella ricerca interiore il mio assai ignorante cuore si è inoltrato nel sentiero della continua circolare/radiale ricerca dei perché senza fine. Sebbene sono un tecnico e privo di quella giusta preparazione letterale, non ti nascondo la mia sincera vibrazione interiore nel riscoprire la filosofia e soprattutto quella orientale, l'antica Scienza Arcana, l'Ermetismo, la Teosofia e soprattutto l'ANTROPOSOFIA. per quella giusta consapevole visione della vera natura dell'essere animico/spirituale.

    RispondiElimina
  12. di piú facile approccio, ma di grande soddisfazione, è la lettura de -osservazioni sul sentimento del bello e del sublime-: fila via liscio come un romanzetto però ha tutta la caratura e la profondità propria del suo autore

    RispondiElimina
  13. Al seguente link potete vedere il servizio realizzato da UniromaTV dal titolo "La filosofia della natura in Kant"

    http://www.uniroma.tv/?id_video=15110

    Ufficio Stampa di Uniroma.TV
    info@uniroma.tv
    http://www.uniroma.tv

    RispondiElimina
  14. CIAO MARIA. MA QUAL'è IL PUNTO? TRAELKOM, SPLINDER.."LOSTRANIEROKLEART"

    RispondiElimina
  15. CIAO MARIA. MA QUAL'è IL PUNTO? lostranierokleart.splider.com

    RispondiElimina
  16. Ciao MARIA. Non capisco qual'è il punto?

    RispondiElimina
  17. Come stai?ti lascio l'invito a venire nel mio blog dei premi a ritirare, se ti fa piacere, il mio "pensiero di primavera" per gli amici.
    Bacione

    RispondiElimina
  18. Complimenti davvero, hai affrontato un argomento per niente facile! Personalmente non mi affascina molto la filosofia, ma forse sarà perchè l'anno scorso la mia prof incompetente me l'ha fatta odiare >.< un bacionee*

    RispondiElimina
  19. un salutone dalla redazione blog del dixdipcpervoi

    RispondiElimina
  20. E' sempre piaciuta anche a me la filosofia.
    Kant è quello che più mi piace. Ho letto le 3 critiche, beh quella del giudizio un pò difficilina:) ma sin dall'inizio mi ha entusiasmato.
    Vorrei aggiungere che oltre Dio alla fine del percorso dell'uomo, dove all'inizio c'è la ragione, lui ha posto l'uomo al centro del mondo, una visione antropocentrica e un persorso iniziato con Aristotele. Ovviamente interrotto da un Plotino e dalla scolastica.
    "Due cose riempiono l’animo di ammirazione e venerazione sempre nuova e crescente, quanto piú spesso e piú a lungo la riflessione si occupa di esse: il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me....."
    E' il finale della critica della ragion pratica che insieme alla metafisica dei costumi possiamo annoverarle con l'inizio della filosofia dell'uomo, dove è l'uomo stesso, tramite la ragione e l'intelletto a crearsi le regole per sè. Bellissimo io dire.
    Infatti, da qualche anno, qui in Italia c'è un tentativo di screditare l'Illuminismo, io credo a vantaggio del platonismo quindi della chiesa.
    Bellissimo post, ti seguirò
    Lorenzo

    RispondiElimina
  21. in filosofia come in altre situazioni ogni tanto compariva sempre qualcuno talmente grande da cambiare per sempre tutto quello che sarebbe stato dopo.Kant è uno di questi, tuttavia potrebbe risultare un po' pesantuccio, fortuna che il mio profe alle superiori era piuttosto bravo. Grazie per avermelo ricordato!

    RispondiElimina
  22. ciao, passata a fare un giro, spero tutto bene
    (cambiato nick, ma sono sempre io...)

    RispondiElimina
  23. ciao Mel, spero che a te l'estate stia andando bene..un beso^

    RispondiElimina
  24. Ciao!!!! Maria, come stai? sei tu la Maria che nei giorni scorsi ha lasciato da me 2 commenti? conosco te e nessun altro, ma il micino con cui ti presentavi non c'era... spero di vederti ancora. Un bacione

    RispondiElimina
  25. Ciao Maria. ho cominciato quest'anno a studiare filosofia. Kant ancora non so chi sia.
    Sarebbe bello se pubblicassi qualcosa come un esempio, o un estratto esemplificativo del suo pensiero. Così per rendere l'idea.
    Ciao.
    Lorenzo

    RispondiElimina
  26. CIAO MARIA...UN SALUTO ANCHE SU UN'ALTRA PIATTAFORMA VIRTUALE

    RispondiElimina
  27. Piacere sono Piero e gestisco http://guadagnoconadsense.blogspot.com/ scrivo perché vorrei condividere link (http://guadagnoconadsense.blogspot.com/p/scambio-link.html) ( Web Marketing, come Guadagnare con Adsense ) in primo ordine e poi perché sarei interessato a forme di collaborazione più articolata. In Breve:
    Sono disposto 0
    1. A scrivere recensioni sul mio Blog riguardanti il sito ( o magari semplicemente riportando una presentazione già scritta )
    2. O A inserire Link nei miei articoli già esistenti collegando con delle particolari keyword il sito.
    In cambio chiedo:
    1 o Di scrivere una recensione ( oltre allo scambio di link ) sul mio Blog con delle opportune Keyword
    2 o Richiedere collegamenti in articoli del sito con keyword riguardanti l’area di interesse del Mio Blog
    Attendo risposte
    Piero

    RispondiElimina
  28. Salve, innanzitutto complimenti per il sito, volevo scrivere per farle conoscere il nostro nuovo sito www.ultimociak.com, un spazio di cinema.
    Saremmo lieti se volesse fare uno scambio di link con il nostro banner per fare pubblicità.
    Per qualsiasi domanda può chiedere direttamente a me:
    mauryy1982@hotmail.com

    Grazie Maurizio

    RispondiElimina
  29. Spero tu riesca a tornare... ti tengo sempre nello scambio link così ti ritrovo ;-)
    Il mio nuovo indirizzo è http://estis.blogspot.com/
    Ciao!

    RispondiElimina
  30. Molto interessante...anche i post tecnologici...ti seguirò certamente. Saluti

    RispondiElimina
  31. Sono davvero contento che tu abbia messo un post su questo filosofo, che poi è il mio punto di riferimento. Ho postato alcuni post riguardo a Kant, e ogni volta rimango stupito dalla sua capacità di filosofare, specialemnte se lo paragoniamo agli altri folosofi della sua epoca.
    Una " rivoluzione copernicana", così battezza la prima critica e in effetti così è.
    L'aspetto interessante è che pone l'uomo al cemtro dei fenomeni, tramite appunto la ragione, e non il contrario come prima era.
    E lo fa con rispetto verso i filosofi che critica, partendo proprio da Hume e il suo scetticismo, anzi quasi lodandolo per averlo svegliato " dal sonno dogmatico".
    La scienza moderna, l'epistemologia, il diritto moderno, l'etica e il giudizio, la libertà dei nostri giorni non sarebbero così, a portata di ragione ( permettimi questa frase) se non ci fosse stato Kant e le tre critiche.
    Aggiungo anche la Metafisica dei costumi, vera e propria base delle costituzioni moderne e democratiche.
    PS.
    Era anche un buongustaio, il che non guasta:DDD

    Complimenti al tuo blog, mi piace

    Lorenzo

    RispondiElimina
  32. Kant l'ho studiato tanti anni fa al liceo.
    Non ho mai particolarmente amatola filosofia, ma
    Kant è stato il fondatore di una nuova era del
    pensiero filosofico.

    RispondiElimina
  33. Salve volevo dire due parole la filosofia e anche uno stile di Vita! chi non cè la non può capirla?

    RispondiElimina
  34. ..una grande pagina questa...
    un saluto friulano.. mandi mandi ..Loris...

    RispondiElimina
  35. Ciao Maria, non mi è mai stato facile capire Kant ma ricordo che le sue teorie erano molto interessanti. Grazie per ricordarlo e per mantenere viva una delle materie nelle quali le persone investono meno tempo....

    RispondiElimina
  36. Ciao Melina. Ti auguro Buone e serene feste a Te e Famiglia.
    Augurissimi!!!

    RispondiElimina
  37. Ciao! Non so se ti ricordi di me, ci commentavamo i blog nel 2010 ^^ risistemando i post in vista del trasloco da splinder mi chiedevo che fine avessi fatto! un bacio! (ero qui: arhal.splinder.com)

    RispondiElimina
  38. Ciao! ma dove sei finita? spero di rivederti un giorno o l'altro. Un caro saluto

    RispondiElimina