mercoledì 24 settembre 2008

No signor Ministro, così non va!

Oggi vorrei parlare delle nuove disposizioni in riguardo ai cosiddetti fannulloni emanate dall' On. Renato Brunetta , economista, professore universitario e dal 8 maggio 2008 Ministro per la Pubblica Amministrazione e l' Innovazione del Governo Berlusconi. Una cosa è certa, in Italia basta andare in qualsiasi pubblica amministrazione per notare che in effetti per qualsiasi pratica l'iter burocratico è sempre molto lungo. Indubbiamente rispetto ad altri stati c'è sicuramente qualcosa che non va, ma come risolverlo? Questo provvedimento emanato dal sig. Ministro Brunetta è davvero efficiente? Mi spiace ma devo dire proprio di no o meglio, crea comunque altri problemi non indifferenti. Il ricorso alla malattia in Italia, pare che sia stato in passato una prassi molto diffusa, ed allora perchè non colpire i medici o effettuare comunque controlli più seri su di essi e su chi sempre più spesso vi ricorre? Questo provvedimento generale colpisce purtroppo a 360° anche chi per tanti anni non ha mai preso un giorno di malattia, e vi assicuro che ce ne sono, non tutti i dipendenti rubano lo stipendio. Negli ultimi dieci anni mio marito ha effettuato meno di 10 giorni di malattia in totale in quanto non tutti gli anni prende l'influenza, ma questo chi andrà mai a guardarlo? Il provvedimento è generale e colpisce tutti, anche chi in effetti essendo stato sempre bene non ha avuto comportamenti da fannullone ma che a causa del passare degli anni, se dovessero venir fuori degli acciacchi, potrebbe dover ricorre al medico per giusta causa. Attualmente, con questo provvedimento, per ogni giorno di malattia effettuato nell' amministrazione dove lavora mio marito, mediamente viene tolto dallo stipendio circa 22,00 euro al giorno. Tenuto conto che gli stipendi sono fermi, di rinnovo di contratti non se ne parla, significa che se una persona prende l'influenza ed è costretto a stare a letto per 4 o 5 giorni, sommando anche le spese per i farmaci i quali o si pagano per intero o comunque il tiket che non sempre è poco, la malattia può costare anche più di 100,00 euro. A chi ha un solo stipendio, se a fine mese gli viene tolto 100,00 euro che deve fare? Ma è un serio provvedimento costringere la gente ad andare a lavorare anche con la febbre?? No, Onorevole sig. Ministro, non condivido e se si dovesse votare nuovamente con le preferenze, lei non riceverebbe mai il mio voto.

15 commenti:

  1. Questione spinosa, come tutto quello che riguarda, ultimamente, la nostra bella ma acciaccata Italia.
    Purtroppo siamo alle solite. Per anni non solo si è chiuso un occhio, ma tutti e due, e forse anche qualcosa di più. Poi una mattina ci si accorge che qualcosa non va e allora cosa si decide di fare? Mettersi attorno ad un tavolo e pensare a come colpire i fannulloni che costano denaro sottraendolo agli onesti cittadini? Ma assolutamente no...Pensare costa troppa fatica! Molto meglio colpire tutti quanti, così si fa prima e rimane più tempo per farsi fotografare sui giornali con l'aria trionfante! E così, come sempre, non viene fatta alcuna distinzione (il problema è che nemmeno ci si prova) fra chi si è sempre comportato onestamente e chi non ha mai voluto compiere il proprio dovere. Che tristezza...

    Grazie mille per avere fatto visita al mio blog, mi ha fatto molto piacere ;)
    Un abbraccio a te e a tuo marito :)

    RispondiElimina
  2. io dico che è molto semplice colpire tutti, così non si sbaglia. Poi con la campagna mediatica creata ad arte sui fannulloni, il signor Brunetta si è preparato il terreno per bene. Sarebbe da chiedergli se applica questo anche ai parlamentari. Comunque il problema rimarrà solo per coloro che fanno qualche giorno di assenza, mentre per coloro che hanno conoscenze e che la malattia la sfruttano pedissequamente, invece di stare a casa 10 giorni, rimarranno a riposo medico per 60 e il problema, per loro , è risolto. A proposito l'ultima del fantasioso Brunetta, vuole abolire la contrattazione per i rinnovi dei contratti dei dipendenti pubblici. In pratica, quando c'è qualche euro si elargirà, altrimenti nisba. Si definisce socialista e anche un altro era agli inizi socialista, poi...

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Brunetta ha stancato. Ho sentito che vuole fare guerra anche ai writers

    RispondiElimina
  5. Loro fanno schifo, ma anche i nostri sindacati non scherzano!!!
    Silenzio totale su tutti i fronti; anche la riforma della scuola è quantomeno effettuata da incompetenti. Stanno distruggendo la scuola italiana, e i sindacati naturalmente stanno a guardare...

    RispondiElimina
  6. passo per augurarti un buon weekend

    RispondiElimina
  7. Ciao "Premio Amicizia" per te sul mio blog...
    Buon fine settimana ;)

    RispondiElimina
  8. Lavoro nel privato e il mio medico quando prendo l'influenza o anche tonsillite (una volta l'anno) mi dice "Ti do solo 2 gioni tanto lo so come siete voi donne dopo se stai a casa vi mettete a lavare le tende fare grandi pulizie in uffuci ti riposi di piu'"
    Ehh chissa' come mi riposo.
    Conosco ahime persone invece che ne approfittano.
    Come sempre ci vorrebbe inesta' e buon senso.
    ciao

    RispondiElimina
  9. sono sempre i cittadini onesti a pagarne le conseguenze ^_^
    In italia ci sono tante cose che non vanno purtroppo....

    RispondiElimina
  10. Se ti leggi il Contratto Collettivo Nazionale dei Lavoratori, ti renderai conti che nel provvedimento non c'è nulla di nuovo.

    RispondiElimina
  11. Il problema è che il governo ha emanato un decreto legge,cosa che si fa solo per i casi eccezionali e di emergenza,e l'opposizione è stata a guardare.
    Ciao

    RispondiElimina
  12. Lavoro da dieci anni nella Pubblica Amministrazione ed ho fatto complessivamente solo dieci giorni di malattia. Da almeno 5 non ne faccio uno eppure rischio di essere annoverata tra i fannulloni da Brunetta, se per caso ora rimango a casa.

    Ieri e oggi sono andata al lavoro con la febbre.

    Ma non siamo tutti uguali per fortuna.

    RispondiElimina
  13. Brunetta, è una di quelle persone che bisognava mandare per i campi a lavorare...

    RispondiElimina