venerdì 3 ottobre 2008

Ditemi voi....

Giorni fà un vigile urbano è stato licenziato in quanto durante un periodo di convalescenza per motivi di depressione è stato trovato a lavorare in una officina. Al di fuori del caso specifico, su cui ci sarebbe molto da dire, in quanto quello che per qualcun'altro potrebbe essere un lavoro, per un depresso appassionato di motori potrebbe risultare addirittura un passatempo e tra l'altro magari essere anche molto salutare per lui. Resta comunque il fatto che questo tocca un problema molto serio, perchè chi è dipendente statale, comunale, appartenente a forze di polizia o altre amministrazioni, anche volendo effettuare un secondo lavoro e volendone pagare le relative tasse non può, glie è vietato dalle norme vigenti e se a fine mese non arriva con lo stipendio cavoli suoi. E seppure uno volesse svolgere un'attività solo per hobby deve sempre stare preoccupato. Conosco infatti gente molto brava a cantare e suonare, i quali per la professione che svolgono, hanno paura ad andare ad allietare una festa di matrimonio o altro per paura di perdere il posto di lavoro poichè potrebbero non essere creduti che lo facciano per hobby. Che dire? Così non va!

8 commenti:

  1. hai ragione: cosi non va! forse non pensano che la gente che ha una famiglia da mandare avanti ha bisogno di lavorare :-/

    un bacione!

    RispondiElimina
  2. Dovrebbero esserci stipendi adeguati per tutte le categorie... sempre che il 2° lavoro si faccia solo per bisogno.
    Buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  3. hai ragione melina, non va proprio...
    ciao, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. passo per augurarti una buona domenica melina

    RispondiElimina
  5. Ciao passo per un saluto e per invitarti a leggere l'ultimo mio post ed a diffondere l'iniziativa. Ora più che mai bisogna fare "rete"...

    A presto ;)

    RispondiElimina
  6. Ciao. Vi auguro una bella Domenica e buona semana.Hasta pronto.Anaiv
    PS: ricordo che l'uso di Google traduttore

    RispondiElimina
  7. Per quanto ne so io il secondo lavoro è proibito a tutti i dipendenti statali,pubblici o privati, molti lo fanno in nero e comunque se dovessero pagare le tasse non lo farebbero, perchè il doppo lavoro è nientaltro che un modo per arrotondare lo stipendio e nn sempre per ragioni di carenze economiche famigliari.
    Il problea è un altro: lo stipendio minimo dovrebbe essere adeguato non solo al numero di componenti a carico "che comunque è una miseria" ma anche alle esigenze del mercato moderno "produrre per vendere vendere per produrre"

    RispondiElimina