martedì 20 gennaio 2009

Conto Arancio.

Avendo più volte visto la pubblicità in televisione nonché su riviste e praticamente su di una moltitudine di siti internet, poco più di un anno fa ho voluto approfondire l'argomento. E' stato sufficiente andare su http://www.ingdirect.it/contoarancio/ per trovarne tutte le informazioni necessarie ed aprire il conto. In passato non mi erano mai piaciuti i conti on-line ed ho sempre preferito il contatto diretto con la mia banca, avevo infatti sempre ignorato queste cose. Invece andando ad approfondire l'argomento mi sono poi accorta che di fatto non si rischiava assolutamente nulla.

Infatti il cosiddetto "conto arancio" non è un conto corrente dal quale si possono effettuare le normali operazioni come pagamenti on-line, prelievi o altro, è semplicemente un conto deposito collegato ad un proprio conto corrente e le cui uniche operazioni possibili sono quelle di poter spostare fondi dal proprio conto arancio al conto bancario predefinito. Quindi anche nel caso in cui un possibile malintenzionato dovesse scoprire i dati di accesso ad un conto arancio, operazione tra l'altro abbastanza complessa (ma forse non impossibile) dato che si tratta di siti ben protetti, di fatto non potrà mai prelevarne denaro, l'unica operazione possibile che potrebbe fare è solo di spostare il nostro denaro dal conto arancio al nostro conto bancario.

COME FUNZIONA

Questo genere di conto è garantito dalla ING DIRECT BANK, una delle banche più grandi del mondo e per poter aprire un conto di questo tipo necessita avere già un conto corrente bancario o postale. L'apertura del "conto arancio" può avvenire sia on-line e sia chiamando ad un numero verde. Esiste anche la possibilità di essere presentati da parte di chi ne è già cliente. In questo caso solitamente c'è anche una piccola provvigione per il cliente che ne presenta dei nuovi. La caratteristica di questo conto è che di fatto garantisce un rendimento superiore a qualsiasi altro tipo di conto senza dover vincolare l'utilizzo dei propri soldi ad un periodo minimo.

Intendo dire che nel momento in cui servono si possono sempre prelevare, è sufficiente andare sul sito, ed effettuare l'accesso per spostare i capitali depositati dal conto arancio al proprio conto corrente bancario. In questo caso, esattamente il secondo giorno feriale successivo alla nostra richiesta, troveremo i soldi sul nostro conto bancario. L'unico costo per questo genere di conto che non grava neanche di imposta di bollo, è semplicemente il costo del bonifico per alimentarlo che dipende esclusivamente dal tipo di contratto che si ha con la banca mentre per prelevare infatti non si paga nulla. Gli interessi sono consultabili on-line sempre, ovvero 24 ore su 24 e vengono accreditati il primo giorno feriale dell'anno nuovo, quindi solitamente giorno 2 gennaio.

PARERE PERSONALE

A mio avviso si tratta di una semplice forma di investimento sicuro che consente di guadagnare senza rischi percentuali superiori ad altre forme di investimento nelle quali ho vi è il rischio o di fatto i soldi vanno vincolati come nei BOT, BTP, BUONI POSTALI o altro analogo. Con questi infatti nel momento in cui servono si può effettuare il prelievo e si guadagnerà comunque fino a quella data la stessa percentuale pattuita senza nessuna decurtazione. Mi sento di consigliarlo un po' a chiunque avesse qualcosa da investire ricordando che in questo periodo ai nuovi clienti, per i primi sei mese danno addirittura il 4,25%. Fatelo!

35 commenti:

  1. Grazie del consiglio, e grazie del tuo passaggio da me.
    Un carissimo saluto e buonanotte

    RispondiElimina
  2. Io lo uso già da un anno e non ho mai avuto problemi. Lo consiglio a tutti, perchè non ci sono spese e il tasso non è male. Ciao, Martin

    RispondiElimina
  3. Io ho già un mutuo con Ing Direct e mi ritengo molto fortunato, in quanto statisticamente solo 1 persona su 10 che chiede mutuo arancio poi lo riceve davvero, perchè è molto complessa la procedura e chiedono decine di documenti. Poi è molto conveniente anche il tasso. Non ho mai approfondito però il conto Arancio anche se me l'hanno proposto diverse volte. Ora però grazie ai tuoi consigli mi informerò ancora meglio se è il caso farlo. Ciao

    RispondiElimina
  4. ciao melina...

    grazie del tuo commento, anche o non sono un grande tifoso, oggi comunque ho incontrato beckham all'hotel principe di savoia di milano... torno al lavoro.,.. grazie della visita..

    RispondiElimina
  5. io sono anno che sono cliente e ora hanno aperto anche il conto corrente arancio, un conto corrente onlibe molto interessante

    RispondiElimina
  6. Ciao Maria ho un cliente che mi ha parlato bene di questo conto....
    ;-)
    ma io sono un tipo che si affeziona anche agli impiegati che stanno allo sportello.....heheheh
    Ti volevo ringraziare per tutte le cose carine che scrivi nei commenti ai miei post..... ;-)
    ti abbraccio
    Pippi

    RispondiElimina
  7. Rischio paari a zero non esiste da nessuna parte. Colossi come Sumitomo Bank e Lemans sono saltati con guai per i correntisti.
    Certo per il resto sono d'accordo con te circa i costi pressochè inesistenti ecc. cc.
    Ciao.

    RispondiElimina
  8. Si sarà sicuro ma per il momento ..resto ancora del "il secondo uso del materasso"..^_^

    RispondiElimina
  9. i colori del tuo blog sono una delizia per gli occhi...il giallo è imponenete e altero....
    1 saluto e piacere di conoscerti!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie per il saluto.. =]
    E complimenti per le recensioni che hai fatto di Sum 41 e Yellowcard, che sono due delle band che stimo di più. =]

    RispondiElimina
  11. Grazie per il saluto.. =]
    E complimenti per le recensioni che hai fatto di Sum 41 e Yellowcard, che sono due delle band che stimo di più. =]

    RispondiElimina
  12. Grazie delle informazioni, possono tornar utili. La mia banca mi ha appena proposto un ricchissimo aggiornamento del tasso all'1,50%.
    Maledetti.

    RispondiElimina
  13. Ciao Melina
    io non ho questo conto ,ma devo dire che è davvero interessante.

    RispondiElimina
  14. grazie mille ; )
    passa pure quando vuoi, se vuoi

    RispondiElimina
  15. grazie mille ; )
    passa pure quando vuoi, se vuoi

    RispondiElimina
  16. Fai attenzione:
    non esiste investimento senza rischio. Non esiste!
    Altrimenti si chiama RISPARMIO. Il rischio non è che ti vincolino i soldi per un tot di tempo (BOT), ma che tu ne metta 100 e dopo un tot di tempo te ne ritrovi 90.
    Se segui un po' l'andamento del mercato finanziario, un paio di mesi fa la Ing era prossima al crollo... perdeva in borsa 15-30% al giorno, per diversi giorni consecutivi. Si è salvata per i soldi che c'hanno messo i governi di mezzo mondo. Altrimenti altro che "nella zucca"... ce lo mettevano nel c...
    Roba simile è successa pochi giorni fa con la Barclays... quella del "5% Netto! Nessuna banca ti ha mai dato tanto". Ricordo che il giorno prima che comparisse questa pubblicità sui nostri schermi e altoparlanti, la Barclays stava per comprare la Lehman&Bros... ed è stata bloccata dal governo Inglese giusto in tempo, perché lo stesso giorno la Lehman è fallita... Comunque sembra che la prima rata era già stata pagata (un 80ina di milioni di dollari), non so se li hanno mai recuperati.
    Insomma, non fidatevi degli opuscoli e dei siti internet, e di quello che vi dicono i promotori finanziari (spesso ne sanno meno di voi, ma ripetono come papagallini la stessa solfa)... ma informatevi, informatevi, informatevi, ovunque! I soldi sono vostri, è un vostro dovere gestirli bene!
    ;-)
    P.S. grazie per la visita.

    RispondiElimina
  17. ciao maria, ne ho parlato anche io ma in un blog diverso che forse non conosci, non mi convince moltissimo, però per i primi mesi è una valida opportunità.
    Buona serata

    RispondiElimina
  18. Ciao, grazie per essere passata dal blog e se ti va puoi commentare il 2° vestitino ehehehehhe
    un saluto

    RispondiElimina
  19. Grazie del passaggio da me. Io ho provato a farlo, ma mi sono scoraggiata quando per un errore nella domanda ho dovuto fare un sacco di telefonate a cui rispondevano persone diverse. Ma io sono un caso a parte, Giulia

    RispondiElimina
  20. Io mi trovo bene.
    La Ing ha un rischio di fallimento come le altre banche sul mercato. E' cmq una banca che aderisce al fondo assicurativo italiano, quindi per oltre 103.000 euro si è coperti ... non so voi, ma io magari avessi così tanti soldi da parte!!! ;)

    RispondiElimina
  21. Ciao Laura,
    se come dici tu il cliente è garantito fino a 103.000,00 euro, posso tranquillamente dormire sonni tranquilli.... non ho certo una somma del genere da parte.... ciao da Maria

    RispondiElimina
  22. Ciao Maria....grazie molto del tuo passaggio nel mio umile blog....troppo buona.....grazie di cuore....ps...il tuo e semplice ma molto interessante....elegante....complimenti....Gab

    RispondiElimina
  23. Sicuramente i conti totalmente on line sono più convenienti perchè non avendo spese di immobili e personale e consumi riescono a riconoscere al cliente qualcosa di più.

    Ma è solamente comunque un rifugio, un'elemosina poichè l'inflazione annua si mangia questo interesse elargito se non addirittura, o sicuramente, ci fa perdere potere d'acquisto...

    Buona serata.

    RispondiElimina
  24. Kisssssssssssssss..............

    RispondiElimina
  25. Ciao Maria grazie della visita e se leggerai il libro della Camp fammi sapere una tua opinione.
    a presto
    veronica

    RispondiElimina
  26. Ciao Maria,
    si, e' meraviglioso!!!!
    Non ti piacerebbe adottarlo??

    http://animalidaaiutare.splinder.com/post/19686343/


    tutto il blog:
    http://animalidaaiutare.splinder.com

    RispondiElimina
  27. Grazie per le parole lasciate sul mio blog. Un saluto
    Vito

    http://vitoferro.splinder.com

    RispondiElimina
  28. Ciao, simpatico il tuo blog, parli in modo molto corretto e delicato, ma incisivo...
    Grazie del tuo passaggio da me.
    Per quanto riguarda l'argomento del tuo post...beh devo dire che è un argomento che mi interessa molto poichè credo di aver maturato la consapevolezza (ma non ancora la decisione) che sia assurdo continuare a tenere i nostri risparmi in banca....Oggi per depositare i propri soldi bisogna pagare noi loro, inoltre ritengo che il potere oggi sia detenuto proprio dall'economia e chi regola l'economia sono proprio loro...i consiglieri di amministrazione delle banche....
    Sai che i grandi gruppi bancari sponsorizzano e partecipano con azioni alla costruzione di armi?
    Insomma è un vero casino...ci vorrebbe una adeguata ricerca che farò e pubblicherò da me.
    ;)
    Ciao, a presto

    RispondiElimina
  29. Interessante ma io non mi fiderei lo stesso dicevano cosi pure dei derivati

    RispondiElimina
  30. intanto cara Maria grazie della visita.Con calma se vorrai potrai leggere un po' di post delle amiche e degli amici virtuali, in modo da potere esprimere liberamente il tuo parere. In quanto alla Ing Direct sono talmente d'accordo con te che proprio domani vado a stipulare con questa banca un nuovo contratto di mutuo in sostituzione di quello precedente. Ti auguro un'ottima giornata. Marco

    RispondiElimina
  31. Grazie per il commento e presto cercherò di focalizare l'idea e di comunicarla tramite il blog :)

    www.faceplunk.splinder.com

    RispondiElimina
  32. Grazie Maria della spiegazione, come hai detto tu, si trova la pubblicità ovunque, ma non mi sono mai interessato.
    Ora posso pensarci su.
    molti sono restti anche con le assicurazioni on-line, io e mia moglie ne abbiamo una ciascuno da circa tre anni e risparmiamo, inoltre ho avuto un incidente e sono stati velocissimi e gentili, forse perchè avevo ragione?, non so, ma si sono sempre comportati bene.
    un saluto.

    RispondiElimina
  33. io l'ho cambiata da poco la banca ma non so perchè conto arancio non mi ha dato mai troppa fiducia....sono diffedente si ^_^

    Minnie

    RispondiElimina
  34. Hai provato ad analizzare CHEBANCA? fallo e poi scrivici un confronto fra i due.

    RispondiElimina
  35. lo utilizzo anch'io, ma per piccole somme. Per i motivi ben espressi da un precedente commentatore " nulla è sicuro" e le informazione che ci vengono date spesso sono parziali o del tutto accuratamente evitate.
    Massimo (esplanade)

    RispondiElimina