venerdì 4 dicembre 2009

Hevia - No Man's Land


Oggi vorrei parlarvi di un album che ha avuto un discreto successo. L'artista in questione è Hevia, un musicista molto particolare che suona la cornamusa. E' stato proprio questo strumento a portarlo al successo, infatti ha costruito anche la"gaita MIDI", cioè una cornamusa elettronica.

L'album di cui vi parlerò è il primo dell'artista e si intitola "No Man's Land". E' stato pubblicato alla fine degli anni 90 ed è stato anche il più famoso dell'artista. Contiene 11 tracce.
Ecco la tracklist:

1. Busindre Reel
2. Naves
3. Si La Nieve
4. Gaviotes
5. El Garrotín
6. El Ramu
7. La Línea Trazada
8. Llaciana
9. Sobrepena
10. Barganaz
11. Añada

Nel suo album, vediamo l'intenzione di Hevia di fondere la musica pop con le melodie asturiane.
In effetti, è riuscito a portare la sua musica a livello popolare nel mondo ed essere apprezzato anche dalle radio. Il pezzo più famoso è "Busindre Reel", che è stato un grandissimo successo, passato molto sia in radio che in tv. Secondo i miei personali gusti, tra i pezzi più belli abbiamo : "Naves", "Barganaz"e "Gaviotes". Trovo che alcuni pezzi siano noiosi e sto parlando di "Añada" e "Llaciana".

Nel complesso, mi piace molto perchè posso rilassarmi tranquillamente ed ascoltare musica un po' diversa dal solito. Queste melodie evocano nella mia mente paesaggi lontani . Le note creano un'atmosfera piacevole. Alcuni canzoni riescono anche a ipnotizzare la mia sensibilità musicale.
Se vi piace questo genere , ve lo consiglio vivamente!E' un bel lavoro molto interessante e diverso dal comune!

16 commenti:

  1. Mi piace da morire e, mentre ti scrivo lo sto ascoltando: mi è venuto voglia di andarlo a cercare su You Tube.
    La sua è una musica molto particolare e si ascolta volentieri.
    Ciao, buon fine settimana: un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Come lo possiamo dimenticare!

    E' lo stesso della famosissima pubblicità opel di qualche anno fa

    Ricordate?

    http://www.youtube.com/watch?v=ejt3h4FNIQQ

    In ogni caso è ottima segnalzione, come suggerisce Paolo è una musica molto particolare, ma bella allo stesso tempo

    RispondiElimina
  3. Può essere un bel sottofondo mentre si lavora.
    Ciao e buon weekend, Martin

    RispondiElimina
  4. Conosco bene questo album! Ti fa viaggiare al di sopra delle nuvole e anche attraverso valli e montagne alla velocitàà della luce. Il titolo è proprio azzeccato: sembra proprio dire" senza frondtiere e barriere"!

    RispondiElimina
  5. Grazie della visita..anche il tuo mondo è assai affascinante.........

    Gabriella

    RispondiElimina
  6. Buon fine settimana ♥

    RispondiElimina
  7. Ciao Buon fine settimana ♥

    RispondiElimina
  8. Hevia... stupenda musica, meglio di una pasticca di Prozac, lo adoro.
    Bel blog, interessante, passerò spesso, grazie della visita.
    Neve.

    RispondiElimina
  9. Grazie per la visita e complimenti per il blog. Buon fine settimana
    Annamaria

    RispondiElimina
  10. Ciao, proverò a cercare sul tubo...

    RispondiElimina
  11. Noto che ti piace parlare di musica e che te ne intendi anche, andando a pescare artisti talentuosi e non propriamente commerciali. :-)

    Ed allora mi permetto di segnalarti un grande, Ravi Shankar. Forse lo conosci, forse no. Se non lo dovessi ancora conoscere, è il caso di approfondire. :-)

    http://www.youtube.com/watch?v=LzN2gUGYUGc

    Un bacio e a presto

    beppe

    RispondiElimina
  12. lo conosco e mi piace..ottima scelta...

    RispondiElimina
  13. mi è capitato di vedere qualcosa su youtube....


    archi

    RispondiElimina
  14. Muy bonito este blog ... Me gusta mucho...
    Tu amigo ... Loris ......

    RispondiElimina
  15. Per me è un gran bell'album... l'unico difetto è un po' di ripetitività...

    www.babylon78.splinder.com

    RispondiElimina
  16. Un grande, veramente.
    Grazie per avermelo ricordato e grazie del passaggio su MyUISCA
    ciaoooo

    RispondiElimina